Scuola Change

Questo sito utilizza cookie di terze parti.

Cliccando su Accetta autorizzi l'uso dei cookie Per saperne di piu'

Approvo

Nel numero 24 della rivista “Connessioni” fra i libri che ho segnalato nella rubrica Segnalibro c’è questo volume scritto da Bruni, Vinci e Vittori (terapeuti della famiglia che condividono l’appartenenza alla “scuola romana”), molto utile per comprendere una voce importante della storia della terapia familiare italiana. Ripubblico qui la recensione. Francesco Bruni, Giuseppe Vinci, Maria Laura Vittori: Lo sguardo riflesso. Psicoterapia e formazione Armando Editore - Roma, 2010 L’introduzione è di Luigi Cancrini per un libro che affronta il rapporto tra l’attività clinica e la formazione dei professionisti che la svolgono nell’ottica che emerge dalla storia di una scuola di pensiero che è quella del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale: una bella storia, nel panorama della terapia familiare italiana. Autorevole e lucida è la ricostruzione di Cancrini, che rivendica la scelta di adottare un prospettiva aperta a diversi contributi e influenze come posizione che evita le semplificazioni e le lusinghe insidiose di una pretesa superiorità sugli altri pensieri. La storia del Centro Studi corre parallela ad alcuni decenni di storia della terapia famliare in Italia, certamente, ma anche a quella della psichiatria e delle conquiste di una cura più umana. Per gli autori, è anche la storia di come è cambiato nel tempo un modello di terapia e di come la sua evoluzione si è svolta in una influenza reciproca con quella della formazione. Bruni, Vinci e Vittori, didatti al nord, a sud e al centro di sedi differenti del C.S.T.F.R., raccontano quella storia che, proprio in virtù di tutti i link di cui sopra, diventa una storia importante anche per chi ne è stato testimone esterno o addirittura per chi non la conosceva. Tutto questo fa di “Lo sguardi riflesso” un volume che si affianca a quelli che negli ultimi anni hanno proposto un contributo a una storia del movimento italiano di terapia familiare, sullo sfondo di – e in relazione con – quanto accadeva nel panorama internazionale. Una nuova preziosa occasione per riflettere su come un’esperienza nata per differenza rispetto alle pratiche più consolidate ha saputo negli anni dire la sua con autorevolezza tale da guadagnarsi la rispettabilità di cui gode oggi; e per fare mente locale sulle diverse articolazioni italiane della terapia della famiglia, anche nelle differenze più radicali, che poi costituiscono la prova palmare della sua vivacità culturale.

Scuola Change

Via Matteo Renato Imbriani 69 70121 - Bari - Telefono/Fax: 080 9904789 - C.F. e P.IVA 06947670722

Sito web ideato e realizzato da Indde. All rights reserved.